Attivare un tirocinio di inclusione sociale

Attivare un tirocinio di inclusione sociale

Con la Deliberazione della Giunta regionale 07/05/2018, n. 593, all. A sono state delineate le linee guida dei Tirocini di Inclusione Sociale (TIS).

Il TIS non costituisce un rapporto di lavoro, ma si tratta di  un percorso di orientamento, formazione e inserimento/reinserimento finalizzato all'inclusione sociale, all'autonomia e alla riabilitazione delle persone con disabilità o prese in carico dai servizi sociali o dai servizi sanitari territorialmente competenti, come UMEA, DSM, STDP e altri. 

Il tirocinio si realizza sulla base di un progetto personalizzato e concordato fra il soggetto che ha in carico il tirocinante, il soggetto promotore, il soggetto ospitante ed il tirocinante stesso, che definisce gli obiettivi da conseguire nonché le modalità di attuazione.

La domanda di attivazione è inviata, previa valutazione, dal servizio sanitario territorialmente competente al servizio sociale comunale, per concordare e stilare l'eventuale progetto personalizzato di tirocinio. 

Puoi trovare questa pagina in

Sezioni: Servizi sociali
Ultimo aggiornamento: 26/03/2021 09:35.26